> Documenti > 'LA PIRATERIA NEL MONDO DEL LIBRO': RICERCA IPSOS
  


'LA PIRATERIA NEL MONDO DEL LIBRO': RICERCA IPSOS

LA PIRATERIA NEL MONDO DEL LIBRO – RICERCA IPSOS PER AIE  su ampiezza del fenomeno, necessario contrasto, ricadute sull'economia nazionale.

L'indagine è stata presentata nel corso del Convegno, organizzato il 22 gennaio 2020 presso il Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo, da Gli Editori – l’Accordo di consultazione e azione comune di AIE-Associazione Italiana Editori e FIEG-Federazione Italiana Editori Giornali – “la pirateria nel mondo del libro. danni e indispensabile contrasto”.

In pillole.

E' pari a 528 milioni di euro il danno arrecato all’editoria con ricadute per il sistema Paese di 1,3 miliardi. Un italiano su tre sopra i 15 anni (36%) ha compiuto almeno un atto di pirateria, il 66% ritiene poco o per nulla probabile l’ipotesi che gli atti illegali vengano scoperti e puniti.

I DANNI ECONOMICI

  • 528 milioni di euro è la stima del danno economico annuo alla filiera causato dalla pirateria all’editoria (carta più digitale), pari al 23% del valore del mercato (escludendo scolastica ed export).
  • 1,3 miliardi di euro è la perdita per il sistema-Paese.
  • 216 milioni di euro sono i mancati introiti del fisco.
  • 324 milioni di euro è la stima del danno economico annuo provocato all’editoria di varia, per 29 milioni di copie in meno vendute.
  • 105 milioni di euro è la stima del danno economico annuo provocato all’editoria universitaria, per 4 milioni di copie in meno vendute.
  • 99 milioni di euro è la stima del danno economico annuo provocato all’editoria professionale e banchi dati, per 2,9 milioni di copie in meno vendute.

IL DANNO ALL’OCCUPAZIONE

  • 3.600 posti di lavoro persi nel mondo del libro.
  • 8.800 posti di lavoro persi complessivamente, considerando anche l’indotto.

CHI SONO I PIRATI

  • Oltre un italiano su tre sopra i 15 anni (il 36%) ha compiuto almeno un atto di pirateria in campo editoriale nell’ultimo anno.
  • Un italiano su quattro ha scaricato gratuitamente da Internet almeno una volta un ebook o audiolibro in maniera illegale.
  •  Il 17% ha ricevuto da amici/familiari almeno un ebook.
  •  L’8% ha ricevuto da amici/conoscenti almeno un libro fotocopiato.
  •  Il 7% ha acquistato almeno un libro fotocopiato.

IL PICCO DI PIRATI TRA STUDENTI UNIVERSITARI E PROFESSIONISTI

  • L’80% degli studenti universitari ha compiuto almeno un atto di pirateria (fisico o digitale) nell’ultimo anno.
  • Il 61% dei professionisti (avvocati, notai, commercialisti, ingegneri, architetti e altri) ha compiuto almeno un atto di pirateria nell’ultimo anno.

LA CONSAPEVOLEZZA DEL PROBLEMA DELLA PIRATERIA

  • L’84% della popolazione sopra i 15 anni è consapevole che questa attività è considerata dalla legislazione illecita/illegale.
  • Il 66% ritiene poco o per niente probabile che reati di questo tipo vengano scoperti e puniti dall’autorità competente.
  • Il 39% ritiene che gli atti di pirateria siano poco o per niente gravi in relazione alla necessità di perseguirli legalmente. 

La ricerca IPSOS per AIE è stata svolta a novembre del 2019 su un campione di 4.000 interviste (CAWI) così suddivise: 3338 casi rappresentativi per genere, età, area geografica, ampiezza centro, professione e titolo di studio, 452 studenti universitari rappresentativi per genere, età e area geografica e 466 liberi professionisti sempre rappresentativi per area geografica.




Presentazione_La pirateria nel mondo del libro.pdf


  
Utente
Password  

 
 
 
 
 





















































































































































































































































































Copyright 2006 Federazione Italiana Editori Giornali - Tutti i diritti riservati     Realizzazione StephenSoftware S.r.l.     Web designer Felipe Risco     Migliore visualizzazione con risoluzione 1280x1024