> Sala stampa > RIFFESER: SCONCERTO PER NUOVA TASSA SULLE IMPRESE EDITORIALI ITALIANE
  


RIFFESER: SCONCERTO PER NUOVA TASSA SULLE IMPRESE EDITORIALI ITALIANE
WEB TAX PER RIEQUILIBRIO DELLA CONCORRENZA NEL MERCATO DIGITALE

 
 

Roma, 20 dicembre 2018 - “Sconcerto e stupore per la nuova imposta sui servizi digitali proposta dal Governo. Una imposta che colpisce i ricavi anche delle aziende italiane del settore già soggette al prelievo ordinario, con una nuova tassa che rischia di deprimere ulteriormente i bilanci delle imprese.


La web tax dovrebbe essere uno strumento per il riequilibrio della concorrenza dei diversi operatori nel mercato digitale e per far pagare le tasse a chi oggi non le paga in Italia, ma non può costituire un alibi per una forma generalizzata di nuova tassazione sulle imprese italiane del settore con il rischio di riduzione degli investimenti e della occupazione.”


Andrea Riffeser Monti, presidente della Fieg, ha così commentato l’imposta sui servizi digitali messa a punto dal Governo nella legge di Bilancio.


 


  
Utente
Password  

 
 
 
 
 



































































































































































































































































































Copyright 2006 Federazione Italiana Editori Giornali - Tutti i diritti riservati     Realizzazione StephenSoftware S.r.l.     Web designer Felipe Risco     Migliore visualizzazione con risoluzione 1280x1024