> Sala stampa > Riffeser: Agcom conferma la tesi Fieg
  


Riffeser: Agcom conferma la tesi Fieg
Accertata la violazione del diritto d’autore da parte di Telegram, ora subito una norma

Roma, 23 aprile 2020 – “Ancora una decisione di Agcom che conferma la richiesta di Fieg e accerta l’esistenza di una massiva e reiterata violazione del diritto d’autore da parte di Telegram.   

Esprimo soddisfazione per la chiusura di 7 degli 8 canali segnalati dagli editori e ribadisco la necessità di proseguire con queste azioni di contrasto contro i canali che riprendono le attività illecite.  

È sul fenomeno nel suo complesso che occorre intervenire con decisione, con provvedimenti che abbiano effetti duraturi e superando i limiti che la stessa Agcom ha riconosciuto come ostacoli al pieno esplicarsi della propria funzione di garanzia rispetto a fenomeni di pirateria editoriale”. 

Così il Presidente della FIEG, Andrea Riffeser Monti, commenta una decisione che soddisfa le legittime richieste degli editori di chiusura ma non mette ancora la parola fine al proliferare di un fenomeno la cui diffusione è ormai incontrollata.  

“Negli ultimi due anni, gli iscritti ai canali Telegram esclusivamente dedicati alla distribuzione illecita di quotidiani e periodici sono triplicati, dai circa 180mila rilevati a fine 2018 ai 600mila di oggi” continua Riffeser. “Voglio ribadirlo con forza: commette un reato chi carica e condivide materiale protetto, commette un reato chi lo riceve e ne usufruisce, commette un reato chi lo inoltra a sua volta, aggravando gli effetti dannosi della illecita circolazione.  

Noi continueremo la nostra azione a tutela della informazione, coinvolgendo Guardia di Finanza e Polizia Postale.  

Come già evidenziato anche dall’intervento del Sottosegretario per l’editoria Martella, occorre subito una modifica della normativa che attribuisca all’Autorità specifici poteri di intervento su Telegram e per questo lanciamo un appello al Governo e al Parlamento affinché diano risposte urgenti all’intera filiera della editoria, per contrastare un fenomeno che mina alle fondamenta la tenuta economica della libera informazione”.

 

 



  
Utente
Password  

 
 
 
 
 

































































































































































































































































































Copyright 2006 Federazione Italiana Editori Giornali - Tutti i diritti riservati     Realizzazione StephenSoftware S.r.l.     Web designer Felipe Risco     Migliore visualizzazione con risoluzione 1280x1024